Favole della notte

Se amate della notte il sogno e del sogno il risveglio c’è un libro che fa per voi : Favole della notte.

Avevo iniziato a scrivere una favola al giorno nel periodo in cui eravamo uomini chiusi in casa e senza futuro. Era un modo per darci la buona notte tra amici, un modo per poter affrontare il buio quando là fuori sembrava esserci il niente e ci si trovava fragili, come bambini, timorosi di chiudere le palpebre temendo di non rivedere il mondo. Allora mi ero detta: “Chi pensa ai “grandi”? Chi pensa a come addomesticare il tragico agli occhi di chi ha imparato a guardarlo?”. E così ho riscoperto il potere delle favole e mi sono trasformata in un narratore.

Oggi sono diventate un libro pubblicato da Oltre edizioni per la collana Prototypia di Topffer edizioni a cura di Beppe Mecconi con i disegni dell’artista Francesca Magro.

Ogni favola si accompagna ad un disegno che, a sua volta, è un’interpretazione, una visione nella visione. Parole e immagini trasportano il lettore in un viaggio che è un crescendo di argomenti, metafore, suggestioni a volte da far sorridere, a volte, solo da lasciarci pensare quanto basta per trovare forse proprio la risposta che cercavamo.

Non c’è nulla di più potente del sovvertimento delle regole della razionalità per liberare spazio alla creatività. Non c’è niente di meglio dell’immaginazione per guardare in faccia la realtà che non ci piace, e niente di più potente della metafora per trovare le parole giuste e le immagini giuste per le risposte alle nostre domande.

L’amore, il tempo, il rapporto con gli altri, il destino, la coppia, gli stereotipi sociali, la paura, sono solo alcuni degli argomenti delle favole. Non vi resta che scoprirle.

Disegno di Francesca Magro
Il principe e le bambine

Francesca Magro visita il sito per conoscere il lavoro dell’artista. Da tempo porta avanti una ricerca sulla contaminazione e alterazione del corpo. Un percorso che parla della manipolazione, della robotica e dell’estetica esasperata tanto quanto della genetica ponendo l’accento sul valore socio-politico del corpo.