Favole della notte

Se amate della notte il sogno e del sogno il risveglio c’è un libro che fa per voi : Favole della notte.

Avevo iniziato a scrivere una favola al giorno nel periodo in cui eravamo uomini chiusi in casa e senza futuro. Era un modo per darci la buona notte tra amici, un modo per poter affrontare il buio quando là fuori sembrava esserci il niente e ci si trovava fragili, come bambini, timorosi di chiudere le palpebre temendo di non rivedere il mondo. Allora mi ero detta: “Chi pensa ai “grandi”? Chi pensa a come addomesticare il tragico agli occhi di chi ha imparato a guardarlo?”. E così ho riscoperto il potere delle favole e mi sono trasformata in un narratore.

Oggi sono diventate un libro pubblicato da Oltre edizioni per la collana Prototypia di Topffer edizioni a cura di Beppe Mecconi con i disegni dell’artista Francesca Magro.

Ogni favola si accompagna ad un disegno che, a sua volta, è un’interpretazione, una visione nella visione. Parole e immagini trasportano il lettore in un viaggio che è un crescendo di argomenti, metafore, suggestioni a volte da far sorridere, a volte, solo da lasciarci pensare quanto basta per trovare forse proprio la risposta che cercavamo.

Non c’è nulla di più potente del sovvertimento delle regole della razionalità per liberare spazio alla creatività. Non c’è niente di meglio dell’immaginazione per guardare in faccia la realtà che non ci piace, e niente di più potente della metafora per trovare le parole giuste e le immagini giuste per le risposte alle nostre domande.

L’amore, il tempo, il rapporto con gli altri, il destino, la coppia, gli stereotipi sociali, la paura, sono solo alcuni degli argomenti delle favole. Non vi resta che scoprirle.

Disegno di Francesca Magro
Il principe e le bambine

Francesca Magro visita il sito per conoscere il lavoro dell’artista. Da tempo porta avanti una ricerca sulla contaminazione e alterazione del corpo. Un percorso che parla della manipolazione, della robotica e dell’estetica esasperata tanto quanto della genetica ponendo l’accento sul valore socio-politico del corpo.

APPROFONDIMENTO SULLE AUTRICI

FRANCESCA MAGRO

MELINA SCALISE

COMPRA

RECENSIONI

Giuseppe Iannozzi: (vedi sul sito)

“Favole della notte” (Oltre Edizioni) di Melina Scalise, dipinti di Francesca Magro, è un lavoro davvero ottimo, mirabile. Mi aspettavo forse di leggere delle favole per bambini! Così non è stato. Mi sono trovato di fronte a delle favole molto letterarie, che indagano l’animo umano. Ne sono rimasto piacevolmente sorpreso. Si pensa che le favole siano per i giovanissimi e basta, ma anche gli adulti ne hanno bisogno. Le riflessioni che l’Autrice porta in questo libro sono non poco importanti, anche in considerazione del tempo storico che viviamo, un tempo decisamente infelice, ricco di insicurezze e di paure, a volte motivate, altre no.

“Favole della notte” è un libro prezioso, ricco di fantasia, filosofia, psicologia; ed è anche un libro ricco di colori, di dipinti, quelli dell’Artista Francesca Magro che grazie alla sua maestria ha tradotto in immagini fortemente artistiche le parole delle favole di Melina Scalise.

“Favole della notte” è un gioiello letterario, un libro che potrebbe cambiare la vita di molti, a patto che sia letto con attenzione e senza pregiudizi. Le storie raccolte in questo volume sono per chiunque intenda comprender meglio se stesso.

Il posto delle Parole

Livio Partiti Il posto delle parole – intervista radio

Gabriele Scandolaro: (vedi il sito)

Sicuramente queste favole (che poco hanno in comune con quelle che si leggono ai bambini) sono una lettura gradevole, scritte con uno stile semplice e senza essere pretestuose. Non vogliono insegnanre nulla, non sono metafore di Verità rivelata, solo timidi richiami a rallentare e a godersi la quotidianità con maggiore semplicità tronando ad esercitare la nostra facoltà più grandiosa e liberatoria: l’immaginazione


INTERVISTA SU RADIO LOMBARDIA dal 15.20

SATISFICTION

“Favole della notte” di Melina Scalise, con i dipinti di Francesca Magro (Töpffer Edizioni, 2022 pp. 106 € 28.00) è un libro molto originale che custodisce la sequenza inesauribile e ispiratrice delle immagini e delle riflessioni, maturate nell’entità sensibile del racconto visivo, nell’espressione illuminata dell’arte figurativa. La collezione di favole avvolge la mitologia dei sentimenti, destina il sortilegio della percezione emotiva, educa l’incontro con la notte, l’intervallo misterioso e silenzioso di un tempo riprodotto nell’iconografia dell’altrove. Aggiunge l’artificio coraggioso per fronteggiare le situazioni tormentate della vita, reagire agli interrogativi indecifrabili dell’anima, indagare la possibilità della fantasticheria e le occasioni allusive del sonno verso il mondo simbolico dei sogni. (LEGGI TUTTO)

LETTURE DI ADSO

Il linguaggio fiabesco si individua subito, così come la riflessione che la favola vuole sollecitare, spesso specificata chiaramente nelle ultime righe.
I personaggi hanno un alone di mistero e saggezza, oppure sono animali o oggetti antropomorfizzati. In ogni caso bucano il reale per accostare elementi concreti con aspetti immaginari.

Una bella scommessa! (LEGGI TUTTO)

L’ESTROVERSO

CHI?

I protagonisti di questo libro siamo noi e il nostro immaginario. Ogni fiaba permette al lettore di avere un suo spazio personale di relazione e proiezione. In ogni racconto si esplora il possibile e, in quanto tale, il futuro, ovvero la possibilità stessa che possa esserci una dimensione altra. La fiaba offre la completa libertà di trasformazione del mondo: le cose si animano, gli animali parlano, l’uomo si muove insieme al “suo mondo di cose”. Il libro offre all’adulto un’occasione per ritrovare la magia del mondo ed esplorarne il mistero.

COSA?

Cosa rimane del mondo quando all’improvviso non è più quello di prima? Il desiderio. “Favole della notte” parla del desiderio di cercare un senso alle cose partendo anche da una finestra, attraverso la quale la dimensione magica si raggiunge semplicemente guardando con più attenzione e libertà ciò che abbiamo davanti agli occhi tutti i giorni. Il libro vuole portare con leggerezza il lettore a sperimentare la propria capacità immaginativa attraverso lo stimolo del testo e delle immagini che non sono concepite come semplici illustrazioni, ma come nuovi livelli di racconto possibili grazie al lavoro dell’artista Francesca Magro. (LEGGI TUTTO)

GLI AMANTI DEI LIBRI

In questo mondo popolato dalla velocità stremante, dove leggere un libro è un lusso (capirlo poi, ancora di più) nessuno scrive più favole. In particolar modo, quasi nessuno le scrive più per noi adulti, che, forse, siamo quelli che avrebbero molto bisogno di una lettura leggera che ci consenta di andare a dormire nel modo migliore.

Ecco che, dopo una lunga digressione, arrivo a parlare di questo libro “Favole della Notte” di Melina Scalise, piubblicato da OltreEdizioni, un testo semplice che unisce la bellezza del genere favolistico alla profondità della ricerca della vita e del senso.

Ogni favola è accompagnata da una illustrazione e ogni morale ritrovabile nel testo è un invito a cercare un senso nuovo nella nostra quotidianità. (LEGGI TUTTO)

MANGIALIBRI

Una raccolta di favole, alcune brevissime, altre più lunghe, rappresentate con un’illustrazione a tutta pagina e con un linguaggio adatto a lettori dai nove/dieci anni ma, per il messaggio contenuto in ognuna di esse, forse più per un lettore adulto. Dietro ogni storia, ricorda l’autrice nella prefazione, si ripetono le vicende umane, si demonizzano le paure, si stimolano soluzioni possibili alle avversità della vita. Queste favole sono nate nel 2020, quando è scoppiata la pandemia e l’autrice scriveva una favola al giorno da mandare agli amici via chat o via social, per darsi la buonanotte e ritrovarsi ancora vivi e desiderosi di superare un momento così difficile, insieme. Quelle stesse fiabe, presentate in ordine cronologico di scrittura, sono qui raccolte insieme ad altre scritte dopo, perché possano essere condivise non solo via social, ma anche per essere lette ed ascoltate da tutti i lettori (LEGGI TUTTO)

Pubblicità