Fiaba della notte: La parola e la cosa

C’era una volta in fila una parola. Era sola soletta perché una virgola l’aveva costretta.

“Spostati” – le disse virgola – “mantieni la distanza!”.

Così lontana quanto un respiro e un silenzio, aspettava ansiosa il prossimo accenno.

Sentì la voce di Chiara arrivare lieve e la pronunziò: “neve!!”

Tutta contenta si sentì chiamare e nel silenzio cominciò a nevicare.

Cadeva copiosa sopra ogni cosa e finalmente era una cosa.

Non più sola doveva stare perché bianca la venne a trovare.

Chiara la colse prima che il tempo la sciolse.

L’acqua era già in fila e nessun punto era pronto per portarla via,

perchè giunse Pietro, la pronunciò e le rivelò un segreto:

tutto è solo per poco e anche le parole fanno parte del gioco.

di Melina Scalise (vietata ogni riproduzione senza citare l’autore)